Il Piano dell’ Offerta Formativa

P.O.F. con integrazioni e modifiche per l’A.S. 2018-19_

P.O.F.  T.  AA.S.S.  2016-2019 con Piano di Miglioramento

 Assunzione PTOF d’istituto del PROGETTO PON FSE “TOP SKILLS-MATHS AND ITALIAN GENERATION” –

CRITERI I VALUTAZIONE  DELIBERATI DAL COLLEGIO DOCENTI NELLA SEDUTA DEL 04 APRILE 2018

P.O.F.  A.S. 2015-16

Con l’art. 3 del D.P.R. 275/1999, ogni Istituzione scolastica è tenuta a predisporre il documento con il quale rende evidente, alla più vasta comunità sociale, le proprie scelte educative ed organizzative, le risorse di cui dispone, le modalità di gestione e gli obiettivi che intende perseguire attraverso gli insegnamenti obbligatori e le attività aggiuntive che contribuiscono ad espandere gli orizzonti culturali, a consolidare le conoscenze e ad acquisire solide competenze.
Esso può essere considerato un atto dichiarativo d’intenti, il documento fondamentale con cui la scuola esplicita la propria progettazione curricolare, educativa ed organizzativa, il mezzo con cui l’Istituto come struttura pubblica realizza i principi di trasparenza, economicità, efficienza ed efficacia.
Costituisce anche uno strumento della professionalità docente, che in esso riconosce uniformità di intenti e principi, continuità curricolare e didattica.
Il POF della Scuola Secondaria di primo grado “O. Bernacchia – M. Brigida” esprime il progetto educativo che si concretizza nell’organizzazione delle attività del nostro Istituto in risposta ai bisogni degli alunni, delle loro famiglie e del territorio.
Attraverso questo documento desideriamo dunque far conoscere la realtà nella quale operiamo e con la quale interagiamo, perché pensiamo che conoscere la nostra scuola – con i suoi limiti e le sue risorse – sia il presupposto indispensabile per una collaborazione proficua con chi condivide con noi le problematiche della formazione degli alunni.
Nell’individuare le linee portanti che contraddistinguono le scelte educative, didattiche e curricolari, l’Istituto ha fatto riferimento a quattro coordinate fondamentali:

  • gli obiettivi strategici delineati dal Consiglio europeo (Strategia di Lisbona 2010) in materia di istruzione e formazione;
  • la normativa nazionale relativa all’Istruzione, in particolare il “Regolamento per l’Autonomia” (DPR 275/99; il D.L. 59/2004) ed il “Regolamento recante Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione”del 16/11/2012;
  • le istanze e le richieste provenienti dal territorio, sia nei suoi assetti istituzionali, primo fra tutti l’Ente Locale, sia nelle sue espressioni sociali e culturali;
  • i bisogni reali degli alunni, concretamente rilevati.

Si tratta, dunque, di un documento composito, coerente con gli obiettivi generali ed educativi determinati a livello nazionale e regionale, e riflette le esigenze del contesto culturale, sociale ed economico della realtà locale, tenendo conto dell’offerta formativa delle associazioni culturali del territorio.
Il Piano dell’Offerta Formativa, tenendo presenti le peculiarità dei ragazzi e delle ragazze che frequentano la Scuola Secondaria di primo grado, privilegia scelte:

  • che valorizzino la costruzione e la strutturazione dell’identità delle persone;
  • che sviluppino motivazione e coinvolgimento;
  • che favoriscano l’acquisizione per gli studenti di competenze trasferibili dalle situazioni scolastiche alla vita sociale;
  • che favoriscano lo sperimentare continuo di un progetto di vita sia attraverso percorsi di studio che di esperienze extrascolastiche;
  • che attivino lo sviluppo di abilità critiche per padroneggiare e reinterpretare le numerose informazioni disponibili.

Il presente Piano, approvato dal Collegio dei Docenti e acquisito dal Consiglio d’Istituto, si rivolge:

  • alle famiglie e agli studenti, per far conoscere l’offerta formativa ed operare scelte consapevoli, e per offrire loro dei parametri su cui modulare le loro aspettative e su cui basarsi per operare valutazioni sulla qualità del servizio erogato;
  • agli insegnanti, per avere punti di riferimento comuni costituiti da orientamenti valoriali e criteri operativi a cui attenersi coerentemente e costantemente per sviluppare un senso comune di appartenenza e ritrovarsi nell’organizzazione di una scuola di cui hanno contribuito a disegnare la fisionomia;
  • alla comunità locale, per creare collegamenti con potenziali partner e accogliere eventuali indicazioni e proposte;
  • alle altre agenzie formative operanti nel territorio.

Nel consegnare agli alunni e alle loro famiglie il Piano dell’Offerta Formativa dell’anno scolastico 2014-2015, ci si augura che la piena disponibilità ad operare nel dialogo, nel confronto delle esperienze e nella trasparenza, possa costituire valida garanzia per il successo formativo di tutti gli alunni che frequentano la Scuola Secondaria di primo grado ”O. Bernacchia – M. Brigida”.

Share