Fantasia e sensibilità!

Si è appena concluso il percorso di educazione alla cittadinanza e all’affettività, attività alternativa all’insegnamento della religione cattolica, sviluppato per alcuni alunni delle classi prime dei plessi Brigida, Schweitzer e Bernacchia che non si avvalgono dell’insegnamento della religione cattolica. Il percorso aveva come obiettivi fondamentali quelli di riconoscere e apprezzare le diverse identità, in un’ottica di dialogo e di rispetto reciproco, di intervenire nei riguardi delle diversità perché non diventino disuguaglianze, tenendo conto delle specifiche inclinazioni, degli interessi personali e di particolari stati emotivi ed affettivi, di assimilare il senso e la necessità del rispetto della convivenza civile, e infine di esprimere le proprie personali opinioni, dimostrando sensibilità. Il percorso è stato impostato sulla lettura del romanzo “Wonder” della scrittrice statunitense R. J. Palacio, il cui messaggio profondo è l’invito ad avere una visione più ampia e inclusiva, in quanto siamo tutti “diversi” ma la stessa diversità è segno di ricchezza reciproca. Il lavoro svolto dalle docenti De Rosa, Del Vecchio e Di Biase, si è basato non solo sulla lettura e comprensione del testo, ma anche sulla caratterizzazione dei personaggi, sulla drammatizzazione di alcune situazioni e sulla  rappresentazione grafica e poetica di emozioni e stati d’animo suscitati dalla lettura di alcune parti del testo. Ed ecco che Auggie, Via, Summer e altri personaggi del romanzo hanno preso vita grazie alla fantasia dei ragazzi, e alla loro grande sensibilità, perché  “molte volte ciò di cui le persone hanno bisogno non è una mente brillante che parla, ma un cuore speciale che ascolta”, e loro hanno saputo ascoltare e capire il messaggio profondo di questa bella storia. Con i loro lavori si è allestita una piccola mostra nel plesso Brigida, grazie alla collaborazione del prof. Valentino Macchiagodena.

Share

Comments are closed