Happy Easter….Buona Pasqua….Felices Pascuas…..Frohe Ostern…. Поздравляю с Пасхой

Interdisciplinarità e multiculturalismo le caratteristiche di un’attività realizzata nella classe 2^O del plesso Brigida, dove molti ragazzi, novelli chef, hanno preparato dei dolci di tema pasquale, come momento conclusivo  di un percorso cominciato all’inizio dell’anno scolastico e legato a festività della cultura anglosassone (la classe 2^O è di inglese potenziato), della nostra tradizione molisana e di tradizioni di altri paesi come la Romania, la Svizzera tedesca, il Venezuela e la Russia, in quanto alcuni alunni della classe hanno genitori non italiani.

Attività creative e meno “tradizionali” sono molto efficaci nel promuovere l’apprendimento delle lingue straniere e celebrare la diversità linguistica e culturale partendo da un microcosmo molto ristretto qual è il gruppo classe per arrivare a comprendere una realtà variegata quale sarà quella in cui vivranno domani i nostri giovani studenti, cittadini del mondo. Le lingue definiscono le identità personali, ma fanno parte di un patrimonio comune; possono servire da ponte verso altre persone e dare accesso a paesi e culture diverse, promuovendo la comprensione reciproca. E’ in questa ottica che si è organizzato questo particolare e colorato Easter event, ed  è stato bellissimo ascoltare i ragazzi descrivere il metodo di preparazione del dolce realizzato nella lingua originale, in quella madre e nella lingua veicolare che  è ormai l’inglese. Dai Bliny della Russia (crepe ai frutti di bosco e ricotta), alla torta de coco del Venezuela, al Bienenstick della Svizzera tedesca, al Paocci cu branzu si ciocolatu della Romania (una ciambella a doppio strato di ricotta e cioccolato), ai Pancakes e Hot Cross buns della cultura britannica, fino ai nostri dolci tradizionali- molisani e non solo- (pigne, cicerchiata, colomba, pastiera, ciambella pasquale Margherita, ciambella waffle), un tour dolciario tra paesi e tradizioni diverse, seguendo il filo conduttore della Pasqua.

Di alcuni dolci i ragazzi hanno preparato anche delle tabelle nutrizionali, con accurato calcolo calorico, nel quadro di un lavoro interdisciplinare condotto in team dalle docenti di italiano (Leda Di Santo), inglese (Angela Del Vecchio), matematica e scienze (Emanuela Ventrella).

In questa particolare giornata-evento sono stati coinvolti anche gli alunni della classe 1^O che hanno partecipato al contest for the most creative Easter egg, realizzando un fantasioso uovo decorato (tipico della tradizione anglosassone)  con la creatività tipica di ragazzini di 11 anni. E come in ogni contest, ci sono stati dei vincitori: l’uovo più fantasioso è stato quello realizzato da Maira Miranda e Giada Farina, quello più raffinato l’uovo realizzato da Cristina Perfetto e quello più caratteristico della tradizione cristiana quello realizzato da Ivan Colasurdo e Alberto Scuro, ma tutti i ragazzi sono da elogiare per l’entusiasmo e l’impegno mostrato nelle varie attività.

Angela Del Vecchio

Share

Comments are closed